Un ponte romano sulla Via Annia. Una seconda vita?

Qualche giorno fa, in una delle mie tante peregrinazioni tra le strade secondarie della viabilità veneziana, a causa dell’ennesimo incidente sull’A 4, mi sono trovato a percorrere il tratto della Triestina, che divide la cittadina di Ceggia. Qualche chilometro ancora e mi sono trovato di fronte al crocicchio a me molto caro, dato che una laterale conduce al mio vecchio amico: il ponte romano dell’antica Via Annia. Devo confessare che all’inizio il desiderio di rivederlo non era in cima ai miei pensieri, anzi. Le sue condizioni, come evidenziato in un mio precedente post, mi avevano impietrito. Fare i conti con il degrado che caratterizza molti dei nostri siti archeologici, storici o naturalistici, non è mai semplice, anche se parliamo di un piccolo e marginale ponte, una delle tantissime testimonianze del passato che impreziosiscono il nostro meraviglioso Stivale. Le imprecazioni non servono a nulla, anche se escono naturalmente dal plesso solare. Sono solo delle sterili parole senza senso. Poi, senza un perché, forse un semplice saluto ad un amico in camera caritatis, ha guidato lo sterzo dell’auto e, pochi minuti dopo, la sorpresa.
Capita di rado, ma alle volte i piccoli miracoli accadono, se magari aiutati.

IMG_5598

 

IMG_5597

 

IMG_5583

 

 

IMG_5584

 

IMG_5585

 

IMG_5586

 

IMG_5587

 

IMG_5588

 

 

IMG_5590

 

 

8 commenti su “Un ponte romano sulla Via Annia. Una seconda vita?

    • Si, hai ragione. Se ho colto bene quanto si può leggere tra le righe della tua domanda, la risposta è affermativa. Peraltro hai notato l’assenza della staccionata, che circoscriveva il sito? Strano, vero? In realtà quando ho scattato le ultime fotografie tutt’intorno era un pullulare di aste con tanti di bandierine bianche e di grossi escavatori alle prese con delle condotte. Ergo, la pulizia del sito era un fine a se stesso o, più prosaicamente, un evidenziare un area dove un cingolo può causare un qualche danno, la cui responsabilità può portare alla frequentazione del tribunale di Venezia? In tutta onestà non so quale sia la verità, l’immagino e non mi piace. Comunque sia, sono riuscito a dare una piccola testimonianza del mio vecchio amico, acciaccato dai secoli. Detto questo, cosa posso dire? Beh, innanzitutto grazie. I tuoi commenti, oltre ad essere graditi, sono più che mai pertinenti e, non ti nascondo, premiano la fatica di scrivere ogni singolo post. Grazie mille

      Piace a 3 people

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo di WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google photo

Stai commentando usando il tuo account Google. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: